Insalata detox, e l'arte di massaggiare il cavolo nero


Il nuovo anno si comincia sempre nello stesso identico modo: ingrassati. Ma nessun rimpianto, guai a noi! Ci siamo divertiti, abbiamo riso intorno a tavole gremite, assaggiato piatti nuovi nei nostri viaggi intorno al mondo, ritrovato le tagliatelle della nonna, il pane della mamma, il liquore che prepara sempre il papà e purtroppo anche quella pessima insalata russa che la zia si ostina a portare ogni Natale. Solo chi ha avuto l'influenza forse rientra alla perfezione nei jeans, ma i giorni di vacanza erano parecchi, e si sarà sicuramente rifatto nei giorni successivi - anche con gli interessi - ne sono certa! E allora scatta la fase 'detox', che fa figo da dire, ci fa già sentire più magri solo a pronunciarlo e le foto di Instagram di tavole imbandite lasciano il posto a piatti semi deserti con hastag tipo #panciapiatta o #culodiBelen. Ma la nostra forza di volontà vacilla ogni volta che apriamo il frigorifero che pullula di avanzi, di 'schiscette' preparate con amore e dolci avuti in regalo. Allora io provo a fare così: unisco verdure ad avanzi, massaggio il cavolo nero (sì: massaggio, me l'ha insegnato l'amica Artemisia), riduco le porzioni e mi premio con un po' di quel dolce avanzato (sento le vocine nella mia testa: vorrai mica buttarlo via? Sarebbe un peccato!). Di qualunque tipologia facciate parte, vi auguro un buon inizio d'anno, tra liste di buoni propositi, iscrizioni in palestra e un pigiama che ci ha fatto compagnia 24 ore al giorno da abbandonare: si ricomincia!

Insalata di riso integrale, lenticchie, cavolo nero e melograno
per 1 persona:
50 g di riso integrale 
4 cucchiai di lenticchie
alcune foglie di cavolo nero
1 lime
mezzo melograno
yogurt magro
salsa tahina
1 cucchiaino di senape
qualche goccia di salsa di soia
sesamo nero

In un pentolino scaldate un cucchiaio di olio, poi unite il riso su fuoco molto dolce: mescolate fino a fare tostare il riso (dovete sentirlo caldo). Versate acqua calda in modo che copra per un centimetro il riso, aggiungete un pizzico di sale grosso e fate cuocere a fuoco lento. Il riso sarà pronto quando avrà assorbito tutta l'acqua. 
Lavate il cavolo nero ed eliminate la parte coriacea del gambo. In una ciotola mettete le foglie del cavolo, qualche goccia di salsa di soia, il succo di lime e con le mani -vi sporcherete, è inevitabile- massaggiate a lungo il cavolo fino a renderlo tenero e morbido. Questa operazione ci evita di cuocerlo e lo mantiene integro, con tutte le sue proprietà benefiche intatte (provate anche a mangiare cruda la parte finale dei broccoli, è molto più buona che cotta, e la casa non puzzerà affatto).
Sgranate il melograno e unitelo alla ciotola, insieme a un po' delle lenticchie avanzate di cui parlavamo prima, ai semi di sesamo e al riso che nel frattempo è pronto e avrete fatto intiepidire. 
Come condimento usate fate una salsina con qualche cucchiaio di yogurt, un cucchiaino di tahina, uno di senape e uno di olio. Non aggiungete sale, vedrete che non sarà necessario.

Questa insalata è perfetta per il pranzo, e la torta che vi guarda con occhi languidi dal frigorifero potrete regalarvela per merenda ; )

Nessun commento: