La mia ricetta per la MilanoFoodWeek: un nido di cereali, pesto e asparagi

Domenica ho partecipato all'evento #sugoalcubo, nato all'interno della MilanoFoodWeek per presentare il libro di Paolo Barichella sulla Cucina Efficace. E' una 'filosofia' di vita in cucina che ho abbracciato già tanto tempo fa, perché essendo mamma e lavorando più fuori casa che dentro, mi piace preparare piatti buoni e che necessitano lunghe preparazioni, ma non ne ho sempre il tempo. Così mi ritrovo spessissimo a cucinare basi per sughi, lessare verdure stagionali, preparare impasti tipo la frolla e poi surgelare tutto in attesa di una cena con amici o di una festa. Questo è il focus del libro che abbiamo presentato domenica nella design kitchen di Lago Store: eravamo tre blogger e ognuna di noi lo ha interpretato personalmente con un piatto. L'amica Teresa con la sua 'norma la cubo' (è siciliana dentro!), Francesca con un couscous alle verdure e mousse di formaggio ed io con il mio 'nido'. Ognuna di noi ha puntato molto sulla stagionalità delle verdure (mai le ciliegie a Natale!), di cui nel libro si parla molto, e senza che ci fossimo messe d'accordo avevamo portato anche una piantina aromatica: basilico (indovinate chi ha fatto il pesto??), menta e finocchietto. Il mio piatto l'ho chiamato nido perché ho proprio ricreato un nido fatto di cereali (che cuociono sempre un sacco di tempo e quindi mi son portata avanti e li ho fatti il giorno prima - cucina efficace!), conditi con un pesto (altra cosa che faccio in gran quantità al mortaio e poi congelo (- cucina efficace!) su un letto di crema di asparagi (che durano così poco che io li pulisco, congelo e cuocio in modo da averli disponibili anche in inverno - cucina efficace!) e un ovetto di quaglia panato con punte di asparagi e foglie di basilico a ricreare le foglie di un ramo.
Sono state due ore divertenti insieme al mio simpaticissimo sous chef (ora mi uccide!) Stefano e agli amici di EAT2, Emanuele e Daniela che hanno deciso di non decretare un unico vincitore, ma di portarci tutte e tre sulle pagine del primo numero della rivista FOOD DESIGN, che uscirà questo autunno. Quindi stay tuned e provate a 'cubettare' anche voi, perché insieme al libro c'è una teglia in silicone con 15 stampi a forma di cubetto per sbizzarrirvi a congelare qualunque cosa ; )

__________________________________________________________________
Nido
Ingredienti (per 4 persone):
1 mazzo di asparagi
240 g di cereali tra farro e riso integrale
4 uova di quaglia
1 mazzo di basilico
pinoli
Parmigiano Reggiano
paprika dolce in polvere
curcuma in polvere
un pizzico di sale di Cervia

Qualche giorno prima:
1-Pulire e lessare la vapore gli asparagi lasciandoli al dente. Eliminare le cimette e tenerle da parte. Fare un soffritto con cipolla e olio e far cuocere per pochi minuti i gambi degli asparagi, salare e frullare e congelare. Congelare anche le punte (oppure tenerle in frigorifero se il piatto verrà cucinato nel giro di due, tre giorni).
2-Preparare il pesto: in un mortaio mettere mezzo spicchio di aglio e pinoli e schiacciare con il pestello finché si forma una cremina. Aggiungere le foglie di basilico e sale di Cervia (preferibile perché più dolce di quello normale) e pestare compiendo movimenti circolari. Quando sembra che il pesto stia prendendo forma aggiungere olio fino ad ottenere una consistenza densa, non troppo liquida. Per ultimo aggiungere Parmigiano Reggiano a piacere (assaggiare continuamente per capire il livello di sapidità). Il pesto si può surgelare in barattolini di vetro o tenere in frigorifero fino a una settimana, purché sia ben coperto di olio. 
Il giorno prima:
Lessare i cereali seguendo le indicazioni della confezione (spesso richiedono anche un ammollo), appena pronti fermare la cottura lavandoli sotto un getto di acqua fredda. Scolare bene, condire con il pesto e tenere in frigorifero.
Il giorno stesso:
1-Lessare le uova di quaglia (dopo 3 minuti dal bollore dell'acqua sono pronte), sbucciarle e panarle in una ciotolina con la polvere di curcuma e paprika. 
2- Ungere di olio una piccola ciotolina tonda e riempirla con i cereali lessati, compattare bene con un cucchiaio in modo che prendano la forma di un nido.
3- Scongelare la crema di asparagi (eventualmente anche il pesto).

Mise en place:
in una ciotola o piatto fondo fare un letto di salsa agli asparagi, al centro mettere la cupoletta fatta con la ciotolina di cereali e scavare delicatamente al centro una fossetta per l'uovo. Adagiare l'uovo disteso e completare con le punte di asparagi tutte intorno, qualche pinolo e una foglia di basilico. Al momento di servire potete scaldarlo leggermente al microonde e versare un po' di olio a crudo.

Diventa mio follower su Twitter, FacebookPinterest e Instagram per vedere le mie foto e leggere gli aggiornamenti del blog! 

Nessun commento: