Molise chiama, e noi blogger rispondiamo


Ho fatto un viaggio bellissimo insieme ad altre blogger, ed ora è giunto il momento di raccontarvelo. Lo faremo insieme attraverso le nostre fotografie, i nostri racconti, itinerari e ricette per raccontarvi il Molise, terra splendida e ricca che il pastificio La Molisana ci ha permesso di conoscere. 
Sarà una vera e propria staffetta che partirà il 26 Maggio fino al 30 Giugno e vedrà protagonisti ogni martedì e giovedì un blog diverso, con il suo racconto e il suo piatto, ideato per l'occasione. Sarà anche una sfida tra di noi, a chi avrà saputo raccontare meglio 'il senso dell'eccellenza' molisano.
Insieme a me, su questo blog, vi faranno da ciceroni le mie amiche blogger -in ordine alfabetico:

Valentina www.enogastronovie.it 
Tiziana www.nonnapaperina.it.   
Maria Teresa  www.scattigolosi.com 
Simona Cherubini www.simonaskitchen.com  

Potrete seguirci anche sugli altri miei canali social, Instagram e Twitter - dove sono starsspoon - con gli hastagh #pastalamolisana e #molisecalling.



Pancake alla birra con spinaci e scamorza


Questa ricetta vuole essere come le mie vacanze di Pasqua, semplici e rilassate. Siamo io e i miei tre uomini, al lago, tranquilli, con un barbecue, quattro biciclette, e tanta voglia di stare insieme. Lo stesso auguro anche a voi: poche corse, zero affanni, tempo per voi e le cose semplici, quelle che ci piacciono e ci fanno stare bene. Spero nel sole e nel caldo, altrimenti ci rintaneremo sul divano o sotto il piumone, con un libro, che è altrettanto bello. Niente colomba e niente pastiera (mia nonna potrebbe uccidermi!). Piatti semplici, da fare in poco tempo, nessun agnello sprecato. Keep calm and relax. Auguri a tutti  

Pancakes spinaci e scamorza
1 scamorza fresca
400 g spinaci freschi
3,5 dl birra bionda
250 g farina 0
2 uova grandi
4 cucchiaini bicarbonato di sodio

In una ciotola mescolate con una frusta la birra con uova e miele. Poi aggiungete piano la farina setacciata fino ad avere un composto liscio ed omogeneo. Per ultimi aggiungete gli spinaci cotti a vapore e tagliati finemente. Se la pastella fosse troppo densa aggiungete un pochino di latte. Prendete una pentola per crepes e versate un mestolo di pastella dandole una forma circolare. Fate cuocere circa 3 minuti senza mai toccare il pancake e giratelo solo una volta che tutta la superficie si sarà coperta di piccole bolle. A questo punto giratelo con una spatola dall'altro lato e fate cuocere altri 2 minuti. Nel frattempo tagliate la scamorza a fette molto sottili e sistematele tra un pancake e l'altro formando una torretta di 4 o 5. La scamorza con il calore si scioglierà lentamente. 
Diventa mio follower su Twitter, FacebookPinterest e Instagram per vedere le mie foto e leggere gli aggiornamenti del blog! 


Honeycomb di Donna Hay

scroll to English text

Gli esperimenti mi sono sempre piaciuti. Ancora mi riserbo di provare la reazione delle Menthos in una bottiglia di coca-cola, ma la preparazione di questa ricetta non si discosta molto. L'uso del bicarbonato di sodio infatti fa sì che ad un certo punto si formi una bellissima schiuma, ma non una schiumetta di poco conto, una bella schiuma da Maga Magò che traffica con i suoi intrugli magici nel pentolone appeso sul fuoco. Provate a fare l'honeycomb, chiamato anche hokey pokey (in italiano significa favo, e si chiama così proprio perché la sua alveolatura interna lo ricorda) e vedrete quanto vi divertirete. Poi mangiatelo anche, che non è un veleno né una pozione e non vi tramuterà in rospi (e ahimè, nemmeno in bellissime prinipesse). Io lo trovo perfetto per accompagnare il caffè e le reginette della golosità, Donna Hay e Nigella Lawson, lo consigliano spezzettato sul gelato alla vaniglia. Voi come lo preferite?


HONEYCOMB

Ingredienti:

220 g zucchero di canna

80 ml miele ( o sciroppo d'acero o golden syrup, se lo avete)

60 g burro

2 cucchiaini di bicarbonato

In una pentola grande mescolate a fuoco bassissimo burro, zucchero e miele finché lo zucchero è completamente sciolto. Poi fate bollire per 2 minuti finché lo sciroppo assumerà un colore ambrato e vedrete grandi bolle in superficie. Per le più esperte consiglio di usare un termometro da cucina e verificare che la temperatura raggiunga i 145°. A questo punto togliete dal fuoco e aggiungete il bicarbonato: si formerà una schiuma (tranquilli, è normale) e aumenterà il volume del composto. Versate tutto in uno stampo rettangolare o quadrato da circa 20 cm a cui avrete unto fondo e pareti con olio (il composto deve essere alto circa mezzo centimetro). Lasciate che si raffreddi, poi rompetelo con un coltello a pezzetti irregolari e conservateli in un contenitore ermetico. 

Diventa mio follower su Twitter, FacebookPinterest e Instagram per vedere le mie foto e leggere gli aggiornamenti del blog!

_____________________________________English version__________________________________


HONEYCOMB
Ingredients:
1 cup sugar
40 ml maple syrup
50 ml honey
60 g butter
1/2 tbs baking soda
Stir into a pot (over medium heat) sugar, butter, syrup and honey. Then simmer for 5 minutes or use a sugar thermometer and take off the heat when the mixture reaches 150° C. Add bicarb of soda (the mixture will froth and bubble) and stir. Put into a cake pan (lined and greased) and let there till cooled and hard. Once set you can break it up into pieces, and you can eat them by hemselves - they are perfect with coffee, or with vanilla ice cream.
Be my follower on Twitter, Facebook, Instagram and Pinterest and  to see all my pictures and news! 

Torta di mele con crème fraiche e farina di mandorle


Sperimentare in cucina a me piace tanto. Mr. Cookie si lamenta perché dice che non faccio mai una torta uguale all'altra, non sono mai in grado di replicarla. Ma se una volta una cosa viene bene per me è come archiviata e provo subito nuove strade. Ad esempio questa torta, fatta e rifatta mille volte già dai tempi dell'università. Lui la adora, a me sembra 'sembre quella'. Quindi ho preso la scusa di dover sperimentare nuove ricette con un carico di crème fraiche che mi hanno regalato e devo dire che l'esperimento è perfettamente riuscito. In fondo è come aggiungere yogurt', ha detto la mia amica Teresa che ho consultato prima di azionare la planetaria per un consulto tra amanti della cucina. Già che c'ero ho sostituito un po' di farina con quella di mandorle, giusto per scombinare la ricetta ancora di più. Ed eccola qui, la mia nuova ed ennesima versione della torta di mele della nonna. Provatela ora, perché di sicuro la prossima volta sarà diversa ; )


Torta di mele con crème fraiche

1 kg di mele
200 g farina 00
100 g farina di mandorle
160 g zucchero di canna
3 uova
1 vasetto di crème fraiche Cameo
1 vasetto di yogurt alla vaniglia
100 g burro
1 bustina di lievito

Accendete il forno a 180°. Io per comodità (e perché mi piace vederla in funzione) ho messo tutti gli ingredienti nella planetaria, ma volendo potete usare un robot da cucina o mescolare a mano, l'impasto è molto morbido e non si fa fatica. Tagliate le mele a fette dopo averle sbucciate. Prendete una teglia da 22 o 24 cm e versate metà impasto, poi metà delle mele, poi il resto dell'impasto e il resto delle mele. Coprite la superficie con zucchero di canna e piccoli fiocchetti di burro, servirà a formare una crosticina croccante. Cuocete per circa 50 minuti. 

Diventa mio follower su Twitter, FacebookPinterest e Instagram per vedere le mie foto e leggere gli aggiornamenti del blog! 


Risotto alle fragole per San Valentino


Tieni chi ami vicino a te,
digli quanto bisogno hai di loro,
amali e trattali bene,
trova il tempo per dirgli
mi spiace,
perdonami,
per favore,
grazie
e tutte le parole d’amore che conosci.
Gabriel Garcia Marquez
____________________________________________________________
RISOTTO ALLE FRAGOLE
Ingredienti per 2 persone
170 g di riso
30 fragole

2 bicchieri di Prosecco 

1 lemon grass (o 1 cipolla rossa)

una noce di burro

In una pentola preparate un soffritto con il lemon grass tagliato molto fine e l'olio (il lemon grass conferisce al risotto una nota leggera di agrume), ma se non lo trovate potete usare una cipolla rossa. Fate tostare il riso e aggiungete del brodo vegetale. Bagnate con il vino e fate sfumare. Continuate a cuocere il riso aggiungendo il brodo man mano e a pochi minuti dalla fine della cottura aggiungete una ventina di fragole tagliate a dadini. Quando è pronto spegnete il fuoco e mantecate con una noce di burro. Prima di impiattare aggiungete alcune fragole crude tagliate a rondelle e usatene due per la decorazione finale di ogni piatto. Accompagnate con il Prosecco che avete usato per cuocere il riso. 

Diventa mio follower su Twitter, FacebookPinterest e Instagram per vedere le mie foto e leggere gli aggiornamenti del blog!